Via Monte Mucrone, 2

13882 Cerrione (BI)

info@aecbiella.com

  • White Facebook Icon

Tel: +39 015 21167

Copyright© 2017 by Aeroclub Biella Luigi Sella , Scuola di Volo IT.ATO.0018, Aeroporto Vergnasco-Cerrione (BI), P.Iva 00222150021

 

  • Admin Aeroclub Biella

Accordo nell’aviazione civile tra Airbus e Cina: 300 aerei venduti

La relazione tra Airbus e China Aviation Supplies Holding Company (CAS) è stata rafforzata grazie all’accordo quadro (General Terms Agreement /GTA) che prevede l’acquisto di un totale di 300 aeromobili Airbus da parte di operatori cinesi. Il GTA è stato stipulato a Parigi dal Presidente di Airbus Commercial Aircraft e futuro CEO di Airbus, Guillaume Faury e dal Presidente della CAS, Jia Baojun. Erano presenti alla firma dell’accordo anche il Presidente cinese XI Jinping e il Presidente francese Emmanuel Macron.


Il GTA prevede l’acquisto di 290 aeromobili A320 e 10 aeromobili A350 XWB e potrebbe essere il trampolino di lancio verso il mercato cinese. Infatti secondo le previsioni sul mercato cinese effettuate da Airbus per il periodo 2018-2037, la Cina coprirà il 19% dell’insieme della domanda mondiale di aeromobili, nello specifico, di circa 7.400 nuovi aeromobili nei prossimi 20 anni.

Dei modelli airbus, la categoria A320, è quella a corridoio singolo più diffusa al mondo. Inoltre, il modello A320neo è il più venduto al mondo ed è equipaggiato con moderne tecnologie, come i motori di nuova generazione e l’innovativo design di cabina. Il modello A320neo permette anche un risparmio di carburante fino al 20% e una riduzione di quasi il 50% dell’impronta acustica rispetto agli aeromobili di generazioni precedenti.


La Cina si è dimostrata interessata non solo ad aeromodelli del settore low cost e per viaggi interni, ma anche per velivoli che possano coprire tratte a lungo raggio, come il modello A350 XWB widebody (da 300 a oltre 400 posti). L’A350 XWB è dotato di design all’avaguardia, con fusoliera e ali in fibra di carbonio, oltre a nuovi motori Rolls-Royce a basso consumo di carburante. Insieme, queste tecnologie permettovo un’eco-efficienza senza pari, permettendo una riduzione delle emissioni e del consumo di carburante pari al 25%.

10 visualizzazioni